Home / #Barcolana53 / BARCOLANA 53 – Zinelli e Perizzi, e quando cambia il vento?

BARCOLANA 53 – Zinelli e Perizzi, e quando cambia il vento?

Intervista a Ottavio Silva di Zinelli e Perizzi:

Incontriamo Ottavio Silva nel suo Spazio Cavana, a pochi passi da piazza Unità, un angolo di ispirazione rinnovato?
Questo spazio è stato ristrutturato nel periodo del lockdown, è cambiato nei colori e nei i contenuti ma rimane l’essenza del nostro marchio e la si nota soprattutto nella parte dei tessuti, caratteristica della nostra azienda.

Com’è cambiato il modo di vivere la casa?
Fino a un anno e mezzo fa la maggior parte delle persone viveva la casa in modo relativo, lavorava tutta la settimana, il venerdì partiva per il weekend e al ritorno ricominciava questo tipo di vita. Indipendentemente dalla dimensione molte volte mancavano gli accessori, postazioni dedicate al lavoro, piccoli ma importanti dettagli. Ora c’è la consapevolezza dell’importanza di avere una casa più abitabile e più comoda anche per riunirsi con i propri cari o con gli amici per una cena in compagnia.

Questa ricerca del dettaglio la ritroviamo anche nel mondo della nautica?
La nautica negli ultimi tempi sta vivendo un cambiando graduale in particolare negli interni, passando da linee più classiche alla tendenza a una progettazione di spazi essenziale. Considerando barche con una capienza più importante, all’interno ritroviamo spesso gusti e materiali tipici della casa, come tessuti, carte da parati o tecnologia più avanzata. Una persona che ha già fatto certi tipi di scelte per la propria abitazione, spesso vuole ritrovare lo stesso sapore nella propria barca, il piacere di svegliarsi ogni mattina in un porto diverso sentendosi sempre a casa.

Anche qui è forte l’impronta ambientale?
Certo, al giorno d’oggi esistono materiali riciclati che evitano sprechi, esistono barche-case che consumano pochissimo, ma soprattutto c’è una nuova sensibilità in tutti noi. Molte volte con un vasetto ad esempio di yogurt in mano mi chiedo: e questo dove lo butto? Questo cambiamento nella mentalità delle persone è fondamentale.

Le ultime tendenze?
La tendenza è quella di avere una casa che ti rappresenta. Mi riallaccio ad un esempio che amo molto, quello del maglione che rappresenta la comodità ma allo stesso tempo se è realizzato con determinati materiali tiene caldo ed è elegante. Secondo me la casa deve essere un po’ come il maglione dove i dettagli li decidi tu. La personalizzazione in più sta riguardando diversi comparti, la casa, la nautica, l’imprenditoria in generale ma anche le zone industriali, c’è un senso di raffinatezza che procede indipendentemente dalla tasca.

Prova anche

Il depuratore di Servola apre le sue porte ai cittadini

Lo sapevate che Trieste ha l’unico depuratore al mondo che…”parla con il mare” e che …

Radioamatore – Ritratti Manga – Miki

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + 14 =