Home / Le nostre dirette / Itinerari del FVG, in viaggio tra le riserve naturali della costa
Archivio PromoturismoFVG_Gianluca_Baronchelli
Archivio PromoturismoFVG_Gianluca_Baronchelli

Itinerari del FVG, in viaggio tra le riserve naturali della costa

Nuova tappe per gli Itinerari del Friuli Venezia Giulia, scopriamo le riserve naturali della costa con i racconti dell’Ambassador Rosetta Toson. Qui la puntata completa:

LA RISERVA NATURALE FOCI DELLO STELLA
È nella laguna di Marano che si stende la Riserva naturale regionale Foci dello Stella, raggiungibile esclusivamente via acqua attraverso il delta del fiume Stella, che si può risalire fino a Precenicco e Palazzolo. Si tratta di microcosmo eccezionale, vero paradiso per il birdwatching: tra i canneti che costeggiano il letto fluviale, vivono, tra gli altri, falchi di palude, cigni reali, aironi rossi, cinerini e bianchi.

Quando si entra nell’estrema foce, davanti agli occhi s’apre uno spettacolo di rara bellezza: un villaggio di casoni dei pescatori. Fatti di canna e legno, custodivano al centro un focolare ed erano arredati solo con il necessario per la sopravvivenza.

Per chi vuole esplorare la riserva a suo ritmo è possibile scegliere un tour in canoa, kayak o SUP, pagaiando nei canali nascosti tra i canneti. Per una giornata indimenticabile all’aria aperta sono disponibili le escursioni organizzate che abbinano la visita della riserva in barca ad itinerari ciclabili alla scoperta delle bellezze naturalistiche, culturali ed enogastronomiche dell’entroterra.

Per scoprire di più sulla Riserva naturale regionale Foci dello Stella: www.turismofvg.it

LA RISERVA NATURALE DELLA FOCE DELL’ISONZO
La riserva Naturale della Foce dell’Isonzo è un peculiare contesto naturale che può essere vissuto e sperimentato in tanti modi! Riconosciuta come la migliore area d’Italia per il birdwatching è l’habitat ideale per tante specie animali e in particolare per gli uccelli, stanziali e migratori. L’integrità dell’area è garantita da costanti interventi ambientali ed è affidata anche agli stessi animali, come i cavalli Camargue che vivono liberi nella Riserva e contribuiscono a controllare lo sviluppo della vegetazione.

Dalla sua istituzione, nel 1996, la Riserva si è dotata di servizi e strutture per accogliere i visitatori nella parte finale denominata Isola della Cona, visitabile soltanto a piedi muniti del biglietto di ingresso, e di percorsi ciclabili nei dintorni che consentono di raggiungere facilmente punti di grande valore naturalistico quale il Bosco Alberoni.

Per saperne di più sulla riserva Naturale della Foce dell’Isonzo: www.turismofvg.it

Fonte www.turismofvg.it

Un nuovo appuntamento con gli Itinerari del Friuli Venezia Giulia vi aspetta martedì 8 giugno alle 11.30 sui canali social di Radio Punto Zero

Per rimanere sempre aggiornato su tutte le news del Friuli Venezia Giulia, seguici sul canale Telegram o inviaci un whatsapp o Telegram

Prova anche

Aeson arti nella natura a Fiumicello dal 26 al 29 luglio

Dal 26 al 29 luglio si svolgerà la 9° edizione di AESON – Arti nella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − sei =