fbpx

Cultura Spettacoli

Perché a Teatro il Colore Viola Porta Sfortuna?

today27 Novembre 2023

Sfondo
share close
AD

Nel mondo del teatro esistono numerose superstizioni, una delle quali è che il colore viola porterà sfortuna. L’origine di questa credenza è piuttosto antica e ha radici profonde nella storia del teatro Europeo.

Nel XVII secolo, in particolare in Francia, il tessuto viola era estremamente costoso e di solito veniva usato per la realizzazione dei costumi teatrali solo nelle opere più importanti. Se queste opere non avessero avuto successo, i costumi viola rappresentavano una spesa enorme che poteva portare alla bancarotta delle compagnie teatrali. Da qui, il colore viola è diventato simbolo di cattivo presagio a teatro.

Un’altra teoria riguarda la Chiesa Cattolica. Il viola è il colore della penitenza e del lutto nell’ambito religioso. Durante la Quaresima, periodo di penitenza, tutti gli spettacoli teatrali venivano sospesi. Pertanto, la presenza del viola sul palco veniva associata a un periodo di inattività e quindi di sfortuna per gli artisti.

Anche se oggi Queste credenze potrebbero sembrare insensate o prive di fondamento, rimangono ancorate nella tradizione del teatro e sono rispettate da molti artisti. Indipendentemente dalle sue origini, la superstizione attorno al colore viola è un esempio affascinante di come le credenze e le pratiche del passato possono influenzare le tradizioni del presente.

J.B.

Scritto da: Igor

Rate it

RPZ at Night

il notturno d Radio Punto Zero
0%