Le nostre dirette

Proseguono a Gorizia le riprese di “Eppure cadiamo felici”

today4 Novembre 2022

Sfondo
share close
AD

Sono iniziate lo scorso 26 settembre e proseguiranno fino al prossimo 12 novembre le riprese di “Eppure cadiamo felici” la nuova serie tv prodotta da Publispei liberamente ispirata all’omonimo romanzo di Enrico Galiano, pubblicato da Longanesi e tra i più importanti successi editoriali degli ultimi anni.

 

La regia della serie, realizzata con il sostegno della Friuli Venezia Giulia Film Commission – PromoTurismoFVG, è firmata dal goriziano Matteo Oleotto (“Zoran, il mio nipote scemo”, “Tutta colpa della fata Morgana”, “Volevo fare la rockstar”), che in tutte le produzioni non manca mai di mettere in primo piano il territorio del Friuli Venezia Giulia. Questa sua particolare sensibilità è stata confermata anche in questa occasione: sono infatti oltre 40 i giorni di riprese sul territorio regionale, con un focus sulla città di Gorizia, ma anche a Gradisca d’Isonzo, Farra d’Isonzo, Villesse e, oltre confine, a Nova Gorica per un totale di ben 400 figurazioni e 12 attori locali coinvolti. Il liceo che farà da sfondo alle vicende della serie è il polo liceale sloveno “Simon Gregorcic Trubar” di Gorizia, che diventerà il “Liceo Gioia”.

 

In questo servizio un approfondimento con Rodolfo Ziberna, Sindaco di Gorizia, Chiara Valenti Omero, coordinatrice per Friuli Venezia Giulia Film Commission, il regista Matteo Oleotto e gli interpreti Gaja Masciale e Costantino Seghi:

 

 

La serie, che uscirà la prossima primavera su RaiDue e Raiplay, si sviluppa in 8 episodi scritti da Valerio D’Annunzio e Vanessa Picciarelli e ha come protagonista Gioia Spada (Gaja Masciale, “Sul più bello”), che ha 16 anni e vive un’adolescenza difficile. La sua giovane madre, Sabrina (Giorgia Wurth, “Maschi contro femmine”, “Femmine contro maschi”), è la sua nemesi. Bellissima, spigliata, capace di attirare gli uomini come il miele, da quando ha lasciato suo padre diversi anni prima, non sembra riuscire a stare nello stesso posto per più di poco tempo. Questa volta ha deciso di trasferirsi a Gorizia, a casa di nonna Claudia (Paola Sambo, “Occhiali neri”, “Il testimone invisibile”), la madre della madre di Gioia della quale lei ha un ricordo vago e lontano, annebbiato dall’infanzia. Arrivata nella nuova scuola, Gioia si sente come un’estranea con i suoi compagni perché non le interessano le mode, l’appartenere a un gruppo e le feste. Una notte incontra un ragazzo che dice di chiamarsi Lo (Costantino Seghi “L’ombra del giorno”) e a mano a mano che i due si conoscono meglio, Gioia per la prima volta sente che qualcuno è in grado di comprendere il suo mondo e per la prima volta sente di non essere più sola. A completare il cast, l’eclettico Matteo Branciamore (“I Cesaroni”) in un ruolo completamente nuovo, quello del Professor Bove un insegnante di fisica sui generis.

 

Publispei, la casa di produzione che ha scelto di intraprendere questo nuovo progetto, è famosa per avere la capacità di creare veri e propri brand dell’audiovisivo. Tra i più noti “Un Medico in Famiglia”, “I Cesaroni, “Tutti Pazzi per Amore”, “E’ Arrivata la Felicità” e “Io ti cercherò”.

 

Il Friuli Venezia Giulia, grazie al lavoro di FVG Film Commission, agli oltre 50 componenti di maestranze locali, alla meticolosa attività di location scouting, si conferma meta molto ambita per le produzioni cinematografiche e televisive, a cui segue un movimento crescente di cine-turisti, curiosi di scoprire dal vivo gli scorci dei set più famosi.

Scritto da: Maria

Rate it

Articolo precedente

Cultura Spettacoli

I duecento anni di Adelaide Ristori

Fantasmi, risate, flashback, trucchi magici, indagine storica, Shakespeare e l’Italia Risorgimentale. C’è tutto questo in Lady Macbeth - Suite per Adelaide Ristori  in scena sabato 5 novembre al Giovanni da Udine con protagonista Elisabetta Pozzi diretta da Davide Livermore per un’unica recita in esclusiva per il Nordest.  A duecento anni dalla nascita dell’artista cividalese famosa in tutto il mondo Andrea Porcheddu, critico teatrale, giornalista, autore della drammaturgia di Lady Macbeth ci regala […]

today4 Novembre 2022


0%