Home / News / Radio Chef e i mille sapori del territorio

Radio Chef e i mille sapori del territorio

Pronti per un nuovo appuntamento con “Radio Chef…sfida all’ultima ricetta”? Ogni giovedì dalle 12, allacciate i vostri grembiuli e sintonizzatevi sulle nostre frequenze o in streaming per entrare insieme a noi nel mondo della cucina: tra ricette, consigli, novità e tanti ospiti ai nostri microfoni siamo pronti per scoprire i mille sapori del nostro territorio!

Voi cosa state cucinando a casa in questi giorni?
Condividete con noi le vostre ricette inviando una mail a [email protected] o un messaggio Whatsapp al 3386116060 per partecipare a Radio Chef!

I CONSIGLI PER UNA SPESA CONSAPEVOLE CON I SUPERMERCATI BOSCO
Continua passo dopo passo il nostro percorso alla scoperta dei comportamenti da seguire per una spesa consapevole insieme a Fabio Bosco dei Supermercati Bosco di Trieste. Apriamo con una frase dal latino, perfetta per questo periodo che veniva scritta all’inizio delle lettere degli antichi romani: “Si vales, bene est. Ego valeo” che significa “Se stai bene è cosa buona. Sto bene anche io”. I supermercati e alimentari in questa particolare situazione che stiamo vivendo sono una risorsa fondamentale per l’approvvigionamento ma allo stesso tempo sono punto di maggior contatto tra le persone e per questo motivo è bene saperli gestire al meglio. La merce tra gli scaffali non manca, quindi non serve fare acquisti esagerati. Non bisogna infatti spaventarsi se si nota meno qualche scaffale più vuoto perchè vengono ogni giorno vengono acquistati dai produttori quantità di prodotti superiori alla settimana di Natale, ma a causa della mancanza di trasportatori, la merce può pervenire con qualche giorno di ritardo.
Per quanto riguarda gli orari consigliati per fare la spesa in questi giorni è meglio non scegliere quelli di punta come le 10 o le 11 del mattino perchè potreste ritrovarvi a dover fare la fila insieme a molte altre persone. Meglio quindi preferire l’ora di pranzo per gli acquisti più consistenti. Inoltre ricordiamo che è bene fare una spesa che possa durare per un breve periodo per non dover girare troppo per la città, portando sempre con sè e utilizzando i dispositivi di protezione adeguati come i guanti e le mascherine.

 

LA PIZZA FATTA IN CASA CON LENTA LIEVITAZIONE INSIEME ALL’ANTICA TRATTORIA DA GIUSI
Quando a casa si prepara la pizza tutto diventa più bello e divertente! Avete mai provato a prepararla in casa, magari facendovi aiutare dai più piccoli? Regalerà sicuramente un grande sorriso a tutti, grandi e piccini, naturalmente se seguite la ricetta giusta! Questa settimana a darci i suoi consigli per una pizza a lenta lievitazione, soffice e fragrante allo stesso tempo, c’è Samuele dell’Antica Trattoria Da Giusi di Malborghetto che in questi giorni di distanza porta i sapori della montagna direttamente a casa nostra offrendoci le ricette riprese dal suo menù che vanta piatti tipici della cucina della Val Canale e carinziana: negli scorsi appuntamenti abbiamo parlato di risotto con le erbe di montagna, di pasta con crema di aglio e peperoncino, di piatti con la selvaggina e tanto altro per arrivare in questa puntata alla pizza!

All’Antica Trattoria da Giusi la pizza segue due diverse preparazioni, una classica e una con l’utilizzo del carbone vegetale, entrambe però con una lievitazione molto lenta per risultare leggere e quindi  facili da digerire.

LA PIZZA FATTA IN CASA

INGREDIENTI: 2 kg di Farina 00 o Manitoba, 1 l di acqua tiepida (non deve superare i 37° di temperatura), 8 g Lievito liofilizzato, 45 g sale.

PROCEDIMENTO: Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida. Inserite nell’impastatrice o planetaria l’acqua con il lievito e la farina e lasciate mescolare l’impasto. Dopo 5 minuti, a metà impasto, aggiungete il sale. Fate lievitare l’impasto intero per 16-20 ore e poi andate a formare delle palline e lasciate lievitare per un tempo abbastanza lunga (Samuele consiglia di arrivare a 78 ore).

Per una pizza al carbone vegetale  utilizzate gli stessi ingredienti e seguite lo stesso procedimento unendo per 2 kg di farina 30-35 g di polvere di carbone vegetale.

Per i condimenti Samuele ci suggerisce per il periodo la sua pizza bianca con crema di ortiche in cottura e a freddo petto d’oca affumicato e ricotta affumicata.

L’Antica Trattoria da Giusi vi aspetta per scoprire i suoi gustosi piatti anche sulla pagina Facebook @dagiusi o allo 0428 60 014 oppure potete mandare una mail a [email protected]

 

IL CARTONE DELLA PIZZA, DOVE LO CONFERISCO?
Se invece la pigrizia ogni tanto prende il sopravvento e preferite distendervi sul divano, rilassarvi e ordinare una pizza con consegna a domicilio nella comodità di casa vostra, dopo averla gustata ricordate che anche per il cartone della pizza bisogna seguire i giusti consigli per conferirlo e fare una corretta raccolta differenziata.

  • Se il cartone della pizza è pulito potete gettarlo nel contenitore della carta;
  • Se invece è sporco, se ci sono degli avanzi di cibo o macchie di olio vanno riposti nell’umido organico;

Per risolvere ogni vostro dubbio riguardante la raccolta differenziata, per il Comune di Trieste, per orientarvi meglio in questo campo potrete scaricare l’app del “Rifiutologo” di AcegasApsAmga insieme ai consigli che condividiamo insieme a voi ogni settimana qui a Radio Chef! Un piccolo gesto se fatto quotidianamente può aiutare il nostro ambiente!

 

Prova anche

Le eccellenze del Made in FVG si presentano sulla piattaforma Artigiano in Fiera Live

Sabato 28 Novembre apre virtualmente le sue porte “Artigiano in Fiera Live” un appuntamento per dare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + 14 =