News

Radio Chef vi porta al mare tra ricette e luoghi da scoprire in Friuli Venezia Giulia

today24 Giugno 2022

Sfondo
share close
AD

A cosa non vogliamo rinunciare in estate? Un bel tuffo al mare, distesi in spiaggia, sulla costa del Friuli Venezia Giulia che rende il tutto ancora più bello tra percorsi rilassanti, sapori da scoprire ed esperienze da vivere! E poi ad accompagnarci ci sono le fresche ricette dei nostri ascoltatori da portare con voi o per portare il mare in tavola.

Sono 130 i chilometri di costa del Friuli Venezia Giulia, una riviera molto varia che trova il suo filo conduttore nel Mare Adriatico. Lunghe spiagge sabbiose come quelle di Lignano Sabbiadoro, si alternano a  paesaggi lagunari, andando verso Grado e Marano, oasi naturalistiche e piccole baie incastonate nella roccia spostandoci verso Trieste.

Qui la puntata completa:

LE RICETTE DELLA SETTIMANA
A partire da questa puntata fino a fine giugno, vogliamo svelarvi le ricette che più ci hanno colpito e coinvolto in questa nuova edizione di Radio Chef! I creatori delle ricette riceveranno a casa tanti gustosi omaggi dei nostri partner, tutti prodotti nel territorio: dalle bottiglie in vetro di Acqua Dolomia, i vini della Cantina dei Principi di Porcia, l’olio del Frantoio Parovel, le farine per ricette speciali de La Blave di Mortean, la Pasta Tomadini, fino al grembiule di Radio Chef by Ricamificio Spillo e i cucchiai in legno targati Radio Chef de La Grafica e Villa. Legata al tema mare è la ricetta di Rebecca Canton di Pordenone:

FILETTO DI BRANZINO GRATINATO AL PROFUMO D’ARANCIA
Ingredienti per 4 persone: 4 filetti di branzino, pomodorini, pangrattato q.b., olive, capperi, arancia (la scorza)
Procedimento: in una teglia da forno posizionare i filetti condire con sale, olio, pepe e timo; unire i pomodorini, i capperi e le olive per dare sapore in cottura. Cospargere il filetto con il pangrattato e della scorza d’arancia, un filo d’olio evo e infornare per circa 20 minuti a 180°.

Vuoi diventare protagonista di Radio Chef con la tua ricetta? Scrivi a [email protected] o un messaggino whatsapp o Telegram al 3386116060, aspettiamo le tue migliori creazioni!

Pesce, quante volte a settimana? La risposta della nutrizionista
La nutrizionista Claudia Casarsa consiglia di inserire il pesce nel menù settimanale almeno 2 volte a settimana. Nella nostra cultura oltre alle classiche proposte come orata e branzino non va tralasciata tutta la parte dei molluschi come cozze, vongole, fasolari, canestrelli. In particolare le vongole potrebbero entrare nel menù anche una volta a settimana, sono ipocaloriche e ottime per i bambini dopo lo svezzamento per l’assenza le spine. E ancora seppie, polipo, calamari, con carni facilmente digeribili, sono ad alto valore biologico e non presentano spine. Allargando il cerchio un pesce tipico delle nostre zone è la mormora, da non sottovalutare. Da provare anche i brucatori del mare, con un gusto non così facile, non adatto a tutti, ma è importante ricordare che la costa della zona ci offre tantissimi prodotti, sperimentiamo e variamo all’interno del menù.

LO SAPEVI CHE… sfilettare un pesce cotto intero è più facile se si conoscono i giusti trucchetti. Affilautensili Natisone ci consiglia per iniziare al meglio l’utilizzo di un coltello, una forchetta, un cucchiaio e tre piatti: sul primo sistemate il pesce, nel secondo andrete poi a posizionare pelle e lische, nel terzo si andrà a riporre il pesce da servire. Iniziare dalla pelle: andate a incidere delicatamente e, aiutandovi con la forchetta sollevatela senza romperla e riponetela tra gli scarti. Incidete poi il pesce nel senso della lunghezza fino a toccare la lisca centrale e, con forchetta e cucchiaio iniziare a rimuovere i filetti di pesce da servire. Procedete con precisione dalla coda alla testa fino a completare il processo. Buon appetito!

COSA PORTARE PER UNA GIORNATA AL MARE: LA SPESA
Regola numero uno: rimanere leggeri. Numero due: vaschette richiudibili e borsa frigo. Poi evitiamo di complicarci la vita, scegliamo qualcosa che non impegni troppo tempo nella preparazione e godiamoci il meritato relax. Come? Semplice con ricette facili e veloci da preparare ma comunque ricche di gusto. Un piatto semplicissimo è la pasta fredda che possiamo preparare in anticipo e condire a piacere, ottima perché possiamo preparare quantità abbondanti in poco tempo. In alternativa un’insalata di riso, cous cous freddo, quinoa, farro, tutti ingredienti base semplici da preparare e da condire secondo i nostri gusti. Preparare le diverse porzioni, dividerle nelle vaschette richiudibili e riporre tutto nella borsa frigo per mantenere il tutto frescho. Non dimenticate le mattonelle di ghiaccio. Al mare, come consiglia Sara dei Supermercati Bosco, possiamo abbondare con frutta e verdura cruda da sbucciare al momento e gustare in modo semplice, ottime anche se avete dei bambini piccoli. Via libera a ciliegie, albicocche, pesche, melone e anguria (meglio se già puliti e tagliati a pezzi), per le verdure cetrioli, sedano, carote o una semplice insalata. E voi cosa preferite portare al mare?

ACQUA SALATA, LE CURIOSITA’ CHE FORSE NON SAPEVI
Prima cosa da sapere sull’acqua salata è che non va bevuta in quantità eccessive, perché causa disidratazione, meglio scegliere il giusto apporto di sali minerali che ci offre quotidianamente Acqua Dolomia. Ma perchè l’acqua del mare è salata? Focus.it in un articolo dedicato al tema (“Perché l’acqua del mare è salata?”) racconta che in origine l’acqua del mare era dolce come quella dei fiumi e la concentrazione di sale (circa 35 grammi per chilo d’acqua) risale “soltanto” a un miliardo di anni fa. La salinità dei mari varia a seconda della profondità ed è più alta verso la superficie e dove si verifica una forte evaporazione, più scarsa in quei mari in cui l’apporto d’acqua dolce è più consistente, per esempio in vicinanza di un estuario. È possibile ricreare l’acqua salata a casa disciogliendo 33 grammi di sale per ogni litro d’acqua. Perché dovremmo volerlo fare? Può essere utilizzata come soluzione salina per ricette tradizionale ad esempio la gallinella all’acqua pazza oppure per conservare al meglio i pesci di mare ricreando il loro habitat.

LUOGHI DI GUSTO IN FVG
Trieste – Quindecim. Immaginate il relax di un angolo verde nella bellissima ma caotica cornice di San Giusto a Trieste? Tatiana e Paride ci hanno portato in un posto magico, il bar Quindecim che, anche se dall’esterno può sembrare un semplice e accogliente bar dove bere un buon caffè, dentro nasconde un silenzioso e rilassante giardino segreto dove fare una pausa insieme agli amici, alla famiglia, gustare un fresco aperitivo preparato con frutta di stagione, le proposte dolci e salate, dai classici tramezzini e toast ma anche proposte per vegetariani, vegani, intolleranti al latte e glutine, come i “vasi” ovvero prodotti freschi racchiusi in un vaso da portare con sé un’insalata antiossidante, spiedini di polpo con verdure, spatzle alla rucola, polpettine, e ogni settimana un menù diverso tutto da provare. E… si può anche fare la spesa di prodotti del territorio. Un luogo da non perdere!

Muggia – Trattoria ai 2 Leoni. Un tavolo direttamente davanti al mare ci regala un momento di relax  e gusto. Due Leonesse, Sabina e Andreina, accolgono i loro ospiti con un menù di pesce tra tradizione e innovazione. Non dimenticate di chiedere del pescato del giorno!

Altipiano del Montasio – Malga Montasio. Chef Manuel Mazzega ci racconta la preparazione di uno dei piatti forti della Malga, gli “Gnocchi con crema al Montasio”. Tra gli ingredienti: patate lessate e schiacciate, farina, uova, Montasio tagliato a pezzettini e besciamella. Per preparare gli gnocchi disporre le patate sul piano da lavoro, aggiungere farina e uova e impastare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Formare dei serpentelli e tagliare gli gnocchi. Portare a bollore dell’acqua salata e nel frattempo realizzare la crema al Montasio: in una semplice e leggera besciamella ( latte e farina) far sciogliere delicatamente il Montasio tagliato a pezzetti. Scolare gli gnocchi e farli saltare nella crema prima di gustare accompagnati da un buon bicchiere di vino del territorio.

EVENTI DI GUSTO IN FVG
BORDERWINE A VILLA MANIN
Turismo FVG ci porta in viaggio nella sesta edizione per Borderwine l’appuntamento che apre le porte del parco di Villa Manin di Passariano il 19 e 20 giugno a tutti gli amanti del vino prodotto “secondo natura”. Oltre 70 i produttori presenti tra Friuli Venezia Giulia, Italia, Austria, Slovenia, Francia e Spagna per oltre 250 etichette in degustazione. Da non perdere le degustazioni speciali come la verticale di Ribolla di Radikon, la masterclass guidata da Gaetano Saccoccio dedicata a Lino Maga, volto del Barbacarlo, il vino diventato “mito” nell’Oltrepò pavese. E poi la degustazione di ReValpo, l’associazione che unisce sette produttori della Valpolicella che condividono un’idea di produzione che rispetta gli antichi ritmi della terra.

Ad accompagnare i calici, l’offerta gastronomica firmata Borderwine che ha selezionato le eccellenze del territorio dal FVG, le focacce e le proposte che uniscono FVG e Puglia di Mamm di Udine, la pizza romana e pluripremiata di Tajo (Udine), la cucina naturale del Ristorante Al Tiglio di Moruzzo (UD), fino ai piatti del Bistrot Mimì e Cocotte di Trieste e a quelli di Anna Barbina, chef dell’Osteria Contemporanea di Lavariano (UD). Oltre al vino, al food e alla poesia, un altro elemento fondamentale dello spettacolo è la musica, tutto l’evento è accompagnato da sottofondo musicale che immerge il pubblico in un affascinante viaggio fatto di parole ed emozioni. Per saperne di più www.turismofvg.it

Pronti per una nuova puntata? Radio Chef vi aspetta ogni giovedì alle 12.15 e in replica al sabato sulle nostre frequenze, in streaming e in diretta video sulla pagina Facebook, il canale Youtube “Radio Punto Zero” e sulla nostra webTV

Fonti, per approfondire:

La costa unica del Friuli Venezia Giulia: www.turismofvg.it

Scritto da: Maria

Rate it

Articolo precedente

Cultura Spettacoli

Sold out per i Maneskin a Lignano

Un concerto con tanta grinta e voglia di musica che segna un’ottima partenza per questa estate per i Maneskin. La tappa zero per il nuovo tour della band romana, per la prima volta in regione, ha richiamato allo Stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro, oltre 27.500 persone facendo registrare il sold out già un mese fa.  Un successo festeggiato da un pubblico variegato e festoso, composto da giovani, famiglie, rockettari e […]

today24 Giugno 2022

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

tredici + venti =


Sciroppo di Trap

con Jo dj
0%