Home / News / In evidenza / Radio Punto Zero e Nicopeja ONLUS per un futuro in sicurezza in Friuli Venezia Giulia

Radio Punto Zero e Nicopeja ONLUS per un futuro in sicurezza in Friuli Venezia Giulia

Prosegue la campagna di raccolta fondi che sostiene un progetto scientifico per consentire alle imprese di ripartire il prima possibile, salvaguardando la sicurezza di tutti.

Adesso bisogna stare a casa per fermare la diffusione del virus. Le imprese si sono allineate alle regole generali e, per contribuire a garantire la sicurezza di tutti, hanno sospeso le loro attività ove non consentite. Dopo l’emergenza, però, tutti avranno bisogno del sostegno di tutto il mondo della ricerca per ripartire in sicurezza. Questo consentirà a tutti noi e alle nostre Famiglie di riprendere in mano al più presto le nostre vite, i nostri affetti e il nostro lavoro.

Radio Punto Zero e Nicopeja ONLUS sono in prima linea in Friuli Venezia Giulia per farvi riprendere la vita quotidiana. Tutto questo passerà, ma nell’attesa ogni piccolo aiuto è importante!

 

Dona ora:

Bonifico Bancario su IBAN: IT 58J 05336 12304 000035734961
BIC: BPPNIT2P601
Causale: “Ass. Nicopeja onlus – EMERGENZA COVID 19 – Proteggiamo chi ci protegge”

Intestatario c/c: ASSOCIAZIONE NICOPEJA ONLUS

NB: La donazione è deducibile e detraibile ai sensi della normativa fiscale vigente.

 

La raccolta dei fondi finanzierà nelle prossime settimane un progetto scientifico che si basa

  • sulla validazione di un metodo di test sierologici/immunologici affidabile (step 1)
  • sulla sua applicazione in scala, includendo gli operatori del mondo produttivo (step 2).

Saranno anche studiate (step 3) nuove linee-guida di comportamento, da adottare dopo la fine dell’emergenza, in casa, in fabbrica, in ufficio, negli altri luoghi di lavoro ed in tutti i contesti di vita in base ai diversi profili di rischio della popolazione. L’applicazione allargata del test potrà consentire non solo una ripresa in sicurezza delle attività produttive, ma anche di organizzare fin d’ora la risposta all’insorgenza di pandemie simili a COVID19.
Il progetto finanziato contribuirà a costruire una strategia per la ripresa del FVG, che possa essere applicabile anche ad altri contesti.

Le donazioni serviranno nella fase di applicazione dei test, a stadi successivi, ad un numero più elevato possibile di imprese e cittadini. In particolare, il contributo dei donatori sarà finalizzato a:

  • acquisto di kit per lo svolgimento dei test sul campo;
  • reclutamento di personale tecnico-sanitario specializzato e attrezzature per l’effettuazione dei test sul territorio, includendo attività produttive, servizi e commerciali;

Grazie per la vostra Grande generosità!

Scoprite di più sul sito www.nicopeja.org

 

Prova anche

Il depuratore di Servola apre le sue porte ai cittadini

Lo sapevate che Trieste ha l’unico depuratore al mondo che…”parla con il mare” e che …

Massimiliano I: la mostra dedicata nel Castello di Gorizia

La mostra “Massimiliano I il fascino del potere”, promossa dal Comune di Gorizia, Assessorato alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × uno =